LUNEDÌ 29 MARZO – DELLA SETTIMANA SANTA

  • ore 8.30: messa

MARTEDÌ 30 MARZO – DELLA SETTIMANA SANTA

  • ore 17.30: messa

MERCOLEDÌ 31 MARZO – DELLA SETTIMANA SANTA

  • ore 8.30: messa

GIOVEDÌ 1 APRILE – DELLA SETTIMANA SANTA

  • ore 8.30: ufficio delle letture e lodi mattutine
  • ore 17.30: messa nella Cena del Signore
  • ore 20.00: messa nella Cena del Signore

VENERDÌ 2 APRILE – DELLA SETTIMANA SANTA – GIORNATA DI DIGIUNO E ASTINENZA

  • ore 8.30: ufficio delle letture e lodi mattutine
  • ore 15.00: Liturgia della Passione del Signore
  • ore 20.00: Liturgia della Passione del Signore

SABATO 3 APRILE – DELLA SETTIMANA SANTA

  • ore 8.30: ufficio delle letture e lodi mattutine
  • ore 20.00: Veglia Pasquale

DOMENICA 4 APRILE – PASQUA DEL SIGNORE

  • messe: ore 7.30 – 9.00 – 11.00 – 18.00

 

TEMPI PER LE CONFESSIONI IN OCCASIONE DELLA PASQUA

  • lunedì 29 marzo dalle 20.30 alle 22.00
  • martedì 30 marzo dalle 15.00 alle 17.00
  • mercoledì 31 marzo dalle 9.15 alle 10.30 e dalle 20.30 alle 22.00
  • giovedì 1 aprile dalle 9.30 alle 11.00
  • venerdì 2 aprile dalle 10.30 alle 11.30 e dalle 16.30 alle 18.30
  • sabato 3 aprile dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00

 

Inizio catechismo rinviato: che fare?

La persistenza della zona rossa e della chiusura delle scuole non consente ancora di organizzare momenti specifici per i bambini e i ragazzi della catechesi. Non è quindi possibile realizzare prima di Pasqua nessun incontro. Neppure è possibile, come speravamo, convocare celebrazioni per i ragazzi. Dopo Pasqua, se la situazione ce lo permetterà, faremo qualche proposta. Altrimenti … attenderemo. Ora è inutile fare progetti più precisi e, di conseguenza, dobbiamo aspettare prima di poter formalizzare anche ogni forma di iscrizione.

Leggi tutto →

Mercoledì 17 febbraio 2021 – “delle Ceneri” – preghiera di inizio della quaresima

Questo breve momento di preghiera è pensato per poter inaugurare il tempo di quaresima anche in casa, con la famiglia. Questi quaranta giorni sono tempo prezioso!

Sono giorni della memoria: ricordiamo ciò che proprio un anno fa è iniziato e ha segnato profondamente la vita di tutti noi. Ricordiamo i tanti che si sono ammalati e che sono morti. Sono però anche giorni del coraggio: la Parola del Signore ci invita a non spaventarci perché lui è con noi. Sono i giorni della conversione: possiamo diventare “creature nuove”!

 

Vi invitiamo scegliere un momento (tra mercoledì 17 e sabato 20 febbraio) quando la famiglia si può raccogliere insieme e a preparare uno spazio dove poter appoggiare un piattino sul quale rovesciare il sacchettino di cenere consegnato in chiesa. Se qualcuno non l’avesse può passare in casa parrocchiale a ritirarlo. Inoltre vi chiediamo di preparare un crocifisso.

Leggi tutto →

Per non perderci di vista… – V Domenica di Quaresima

“Credi questo?” (Gv 11,26)

“Chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me non morirà in eterno. Credi questo?”. In queste settimane mi è capitato di proclamare tante volte queste parole che domani la liturgia della domenica propone alla meditazione di tutti. Le ho proclamate tante volte durante le esequie al cimitero per i nostri fratelli e sorelle che sono morti (dal 1 marzo ad oggi sono 31 quelli che abbiamo accompagnato alla sepoltura o dei quali siamo in attesa delle ceneri). Le ho proclamate sentendole arrivare tutte le volte come uno schiaffo. Sono parole “sfacciate”, parole che non si preoccupano di essere “politicamente corrette”. Sono come quelle di quella ragazza che guardandoti diritto negli occhi ti chiede, disarmata e disarmante, “ma tu mi ami?”. Leggi tutto →

Per non perderci di vista… – V Domenica di Quaresima

“Credi questo?” (Gv 11,26)

“Chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me non morirà in eterno. Credi questo?”. In queste settimane mi è capitato di proclamare tante volte queste parole che domani la liturgia della domenica propone alla meditazione di tutti. Le ho proclamate tante volte durante le esequie al cimitero per i nostri fratelli e sorelle che sono morti (dal 1 marzo ad oggi sono 31 quelli che abbiamo accompagnato alla sepoltura o dei quali siamo in attesa delle ceneri). Le ho proclamate sentendole arrivare tutte le volte come uno schiaffo. Sono parole “sfacciate”, parole che non si preoccupano di essere “politicamente corrette”. Sono come quelle di quella ragazza che guardandoti diritto negli occhi ti chiede, disarmata e disarmante, “ma tu mi ami?”. Leggi tutto →

Per non perderci di vista… – IV domenica di Quaresima

“Vedendo le folle, ne senti compassione, poiché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore” (Mt 9,36)

Vi raggiungiamo al termine di questa settimana che anche per la nostra comunità è stata decisamente pesante. Prima di ogni cosa vi chiedo di portare nella vostra preghiera in modo particolare le famiglie che stanno vivendo il dramma della malattia e per quelle che hanno patito la perdita di una persona cara. Oltre i numeri ufficiali, ai quali a volte mi sembra ci si stia riferendo in modo un po’ ossessivo, siamo tutti consapevoli che sono tante e vicine a noi le storie toccate da questa esperienza.
Con domenica entreremo nella quarta settimana di quaresima. Leggi tutto →

Per non perderci di vista… – IV domenica di Quaresima

“Vedendo le folle, ne senti compassione, poiché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore” (Mt 9,36)

Vi raggiungiamo al termine di questa settimana che anche per la nostra comunità è stata decisamente pesante. Prima di ogni cosa vi chiedo di portare nella vostra preghiera in modo particolare le famiglie che stanno vivendo il dramma della malattia e per quelle che hanno patito la perdita di una persona cara. Oltre i numeri ufficiali, ai quali a volte mi sembra ci si stia riferendo in modo un po’ ossessivo, siamo tutti consapevoli che sono tante e vicine a noi le storie toccate da questa esperienza.
Con domenica entreremo nella quarta settimana di quaresima. Leggi tutto →

UN CUORE CHE ASCOLTA: servizio telefonico della Diocesi per la consolazione

In questi giorni stanno nascendo da parte dei soggetti più diversi, da quelli istituzionali ai privati, tante iniziative a supporto  di chi in questi giorni si trova ad essere più fragile. Tra i tanti possibili segnaliamo un servizio voluto dal nostro vescovo Francesco, per essere vicino a chi ha bisogno di essere ascoltato. si tratta di un servizio telefonico di ascolto e sostegno psicologico o spirituale attraverso uomini e donne, con cammini di vita e competenze diverse che, con semplicità, si mettono a disposizione (sacerdoti, consacrati  laici credenti, psicologi e psicoterapeuti dei consultori familiari diocesani della Fondazione Angelo Custode). Leggi tutto →

“Io sono con voi tutti i giorni”

Abbiamo proprio bisogno in questi nostri giorni di risentire questa promessa del Signore. Abbiamo bisogno di ricordarcela a vicenda. Abbiamo bisogno di riconoscere la presenza del Dio con noi” dentro le nostre case dove un piccolissimo virus è riuscito a relegarci. 

Nella cesta delle preghiere che abbiamo lasciato ai piedi del tabernacolo è stato posto un disegno che, con l’immediatezza del linguaggio dei bambini, ha proclamato proprio questo: il Signore Gesù è con noi! 

In questi giorni anche tra noi preti, come su tutti i social, stanno girando testi, immagini, riflessioni spiritualoidi” di ogni genere e tipo. La sensazione è che si abbia voglia di trovare parole e formule magiche per dominare ciò che non riusciamo ad afferrare. Un disegno di bambino invece dice l’unica fragilissima certezza dei cristiani: ci prendiamo per mano, papà e mamma, fratelli e sorelle, nonni e nonne e lui è in mezzo”. 

Stimolati da questa predica fatta dalla voce di bambino, in questa seconda parte di quaresima che ha assunto ancor più i tratti della clausura, vorremmo proporre che in tutte le nostre case potessimo trovare un po’ di tempo per portare lo sguardo sulla Croce di Gesù. È la Croce ciò che smaschera ogni idolo. È la Croce la testimonianza credibile di un amore che non abbandona. È ai piedi della Croce, sintesi di una vita che è partita dal Padre e al Padre consegna tutti noi, che può essere sperimentata, oggi e sempre, la solidità della nostra speranza. 

Davanti ad una croce (magari recuperata dalla parete a cui è appesa o dal cassetto dove era finita e … spolverata per l’occasione) vi proponiamo di leggere comunitariamente il vangelo di Matteo che inizia dall’annuncio di un bambino che sarà l’Emmanuel, il Dio con noi (1,23) e termina con il Risorto che promette “io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (28,20). Ne proponiamo una scansione quotidiana che ci accompagni nei giorni feriali fino alla Settimana Santa e a Pasqua. Vi chiediamo però di trasformare davvero la lettura in “ascolto” e l’ascolto in “preghiera”. Per questo potrebbe essere utile prendere un foglio su cui copiare ogni giorno un parola, una frase, una parte del testo che vi ha “toccato”. È un modo per permettere alle parole di diventare Parola per te. 

Questo esercizio di ascolto, condiviso da tutta la comunità, è uno dei modi per lasciare che il Signore faccia crescere la comunione con lui e tra noi. 

A questa seguirà una newsletter con i testi della settimana dal 15 al 21 marzo e le indicazioni per chi vuole fare questa esperienza. Per la domenica lasciamo che la pagina letta sia quella prevista dalla liturgia eucaristica. Don Andrea renderà disponibile una traccia da utilizzare con i più piccoli. 

Concludiamo con l’augurio di riuscire a dare qualità al tempo che stiamo vivendo. Chiediamo a tutti di mantenere gli occhi aperti su eventuali esigenze di chi fosse in qualche difficoltà specialmente per le situazioni di solitudine. Speriamo che mai la necessaria e doverosa prudenza per evitare il contagio si trasformi in indifferenza! 

Dal punto di vista organizzativo, in accordo con il Servizio Sociale del comune con il quale siamo in contatto e che ha già predisposto diversi servizi (vedi volantino), la parrocchia non sta organizzando gruppi di volontari. Non è questo ciò di cui oggi si ha bisogno. 

Per ogni dubbio non esitate comunque a contattare noi preti.

 AVVISO Disposizioni comunali COVID-19