Lettera Pasqua 2022

“La pace sia con voi” (Gv 20,19)

 

“Ma come mai viene il vescovo ad Azzano?”     “Viene per controllare la parrocchia?”     “Viene per mettere a posto le cose che non vanno?”     “Ma chi è poi il vescovo?”

Sono diversi anni che il vescovo Francesco non passa da noi. L’avevamo invitato in occasione del cinquantesimo della nostra chiesa parrocchiale nel maggio 2020 ma il Covid non ci ha permesso di fare festa. Nel mese di maggio e giugno tornerà a visitare la nostra comunità, nel contesto del “pellegrinaggio” che lo sta portando pian piano ad incontrare tutte le parrocchie della diocesi di Bergamo. Celebrerà la messa delle 11.00 il giorno di Pentecoste, il 5 giugno. Il 13 maggio pregherà con noi il rosario prima di incontrare il consiglio pastorale.

Leggi tutto →

LA VISITA DEL VESCOVO FRANCESCO

Il Vescovo sta percorrendo la diocesi di Bergamo incontrando le parrocchie. Dopo Pasqua sarà nella Comunità Ecclesiale Territoriale di Stezzano/Verdello. 

Sarà presente ad Azzano per la messa domenica 5 giugno (ore 11.00). Il giorno 13 maggio alle ore 17.00 pregherà il rosario con noi e poi incontrerà i Consigli Pastorale e Affari Economici, la Commissione Carità e la segreteria del Tavolo oratorio. Mercoledì 11 maggio incontrerà le coppie.

In chiesa, in questo fine settimana, verrà distribuita la lettera con cui il Vescovo stesso presenta questo suo “pellegrinaggio”, mentre qui potete trovarla e leggerla in allegato.

Lettera di apertura del Pellegrinaggio Pastorale
del vescovo Francesco

«Nel cantiere dell’educare»: un dialogo tra adulti

Proponiamo quattro momenti di dialogo tra adulti a partire dai quattro capitoli del libretto «Nel cantiere dell’educare» di Armando Matteo e Chiara Giaccardi.
Suggeriamo di leggerlo a casa e chiacchierarne in famiglia per poi discuterne e condividere le proprie riflessioni all’incontro. 
Il primo incontro si terrà in chiesa venerdì 22 dalle 21.00 alle 22.30 oppure domenica 24 dalle 15.00 alle 16.30
 
Il libretto è reperibile in sacrestia o in casa parrocchiale magari segnalando già l’intenzione di essere presente all’appuntamento insieme.
 

Leggi tutto →

Non abbandonerai la mia vita nel sepolcro,

né lascerai che il tuo santo veda la corruzione.

Mi indicherai il sentiero della vita,

gioia piena nella tua presenza,

dolcezza senza fine alla tua destra.

(dal Salmo 15)

 

In questi giorni è quasi impossibile non fare esercizio di memoria per ricordare come abbiamo vissuto la Pasqua lo scorso anno: eravamo tappati nelle nostre case, eravamo spaventati, sconvolti. La morte sembrava regnare con tutta la sua prepotenza. Ricordo la preghiera che, con don Andrea e don Franco, a nome di tutta la comunità, abbiamo celebrato il sabato santo nella desolazione del cimitero dove continuavamo ad accogliere i nostri morti e mentre si stava ponendo su tutte le tombe un ramoscello d’ulivo, fragile segno della nostra speranza.

Leggi tutto →

Il viaggio della Parola di Dio

Lettura continua degli Atti degli Apostoli

Dopo aver letto il vangelo di Matteo, per chi vorrà continuare l’esperienza della lettura continua di un testo della Scrittura, ci pare bello in questo tempo di Pasqua aprire gli Atti degli Apostoli.

Nonostante quello che il titolo possa far pensare, questo libro non racconta tanto la biografia degli apostoli o di Pietro e Paolo. Lo scopo del testo è narrare “il viaggio della Parola di Dio” che da Gerusalemme giunge fino a Roma. È il racconto di come la Parola di Dio che viene portata nei diversi territori genera vita, crea comunità, fa nascere la chiesa.

Leggi tutto →

Il viaggio della Parola di Dio

Lettura continua degli Atti degli Apostoli

Dopo aver letto il vangelo di Matteo, per chi vorrà continuare l’esperienza della lettura continua di un testo della Scrittura, ci pare bello in questo tempo di Pasqua aprire gli Atti degli Apostoli.

Nonostante quello che il titolo possa far pensare, questo libro non racconta tanto la biografia degli apostoli o di Pietro e Paolo. Lo scopo del testo è narrare “il viaggio della Parola di Dio” che da Gerusalemme giunge fino a Roma. È il racconto di come la Parola di Dio che viene portata nei diversi territori genera vita, crea comunità, fa nascere la chiesa.

Leggi tutto →

In cammino con il Risorto

In quaresima i curati della diocesi di Bergamo hanno preparato “Buongiorno Gesù”, appuntamento quotidiano di preghiera per bambini e ragazzi. Dai rimandi che ci sono giunti, ci pare di poter dire che questa iniziativa sia stata particolarmente apprezzata. Questo progetto diocesano ci ha condotto fino alla Pasqua.

Ma la Pasqua non è punto di arrivo!

La Risurrezione di Gesù segna piuttosto un nuovo inizio. Inizio di una vita che, incontrando il Risorto, si lascia rinnovare quotidianamente. Perché Lui, il Crocifisso Risorto, continua a venie incontro anche a noi, come ai discepoli di ogni tempo, nella sua Parola e nella Testimonianza dei fratelli per incoraggiarci a “non avere paura”.

Leggi tutto →

Domenica di Pasqua

“stette in mezzo a loro”

Oggi il rito più bello da celebrare è il vostro pranzo. Pur nella limitatezza di questi giorni che rendono certo più povera la nostra tavola e con il dispiacere di non poterci trovare con tutti coloro che amiamo, questa tavola va preparata con cura. Oso di più: anche chi sta piangendo la morte di una persona cara non deve rinunciare a questo momento di festa: sarà il modo più bello per sentirsi in comunione con chi ci ha lasciato, magari scambiando, come regalo, ricordi preziosi di ciò che abbiamo ricevuto da loro.

Leggi tutto →

Sabato santo e notte della Veglia pasquale

“come il chicco di grano caduto nella terra”

In questa giornata sono due i momenti di preghiera proposti: il primo, pensato per la mattina o il primo pomeriggio, si caratterizza con il silenzio e l’attesa del giorno del sepolcro. Il secondo è per la sera, legato alla celebrazione della luce della Pasqua nella veglia della notte santa.

 

La preghiera al sepolcro di Gesù

  • Quando entri in un cimitero la prima cosa che ti accoglie è il grande silenzio di quel luogo. Al cimitero ci sono i nostri cari che, dopo aver vissuto a lungo o dopo una malattia o per qualche incidente grave, riposano dopo la loro morte. Il nostro silenzio racconta anche la nostra tristezza per non poter vedere il loro volto e ascoltare le loro voci.

Leggi tutto →

Sabato santo e notte della Veglia pasquale

“come il chicco di grano caduto nella terra”

In questa giornata sono due i momenti di preghiera proposti: il primo, pensato per la mattina o il primo pomeriggio, si caratterizza con il silenzio e l’attesa del giorno del sepolcro. Il secondo è per la sera, legato alla celebrazione della luce della Pasqua nella veglia della notte santa.

 

La preghiera al sepolcro di Gesù

  • Quando entri in un cimitero la prima cosa che ti accoglie è il grande silenzio di quel luogo. Al cimitero ci sono i nostri cari che, dopo aver vissuto a lungo o dopo una malattia o per qualche incidente grave, riposano dopo la loro morte. Il nostro silenzio racconta anche la nostra tristezza per non poter vedere il loro volto e ascoltare le loro voci.

Leggi tutto →

Venerdì Santo

“O albero fecondo e glorioso” 

Alcune indicazioni per vivere questo momento di preghiera: 

  • Dopo essere stati invitati da Gesù alla sua cena, dopo aver capito che tutto ciò che lui fa è per servire e amare ogni uomo, oggi ci avviciniamo al mistero più grande: Gesù, abbandonato da tutti, anche da coloro che gli erano stati vicini, è appeso su una croce e muore.

Leggi tutto →

Venerdì Santo

“O albero fecondo e glorioso” 

Alcune indicazioni per vivere questo momento di preghiera: 

  • Dopo essere stati invitati da Gesù alla sua cena, dopo aver capito che tutto ciò che lui fa è per servire e amare ogni uomo, oggi ci avviciniamo al mistero più grande: Gesù, abbandonato da tutti, anche da coloro che gli erano stati vicini, è appeso su una croce e muore.

Leggi tutto →

Giovedì nella Cena del Signore

“capite quello che ho fatto per voi?”

Alcune indicazioni per vivere questo momento di preghiera: 

 

  • Come è stato messo in luce nella traccia di presentazione del Triduo che ti abbiamo offerto, la preghiera del Giovedì santo è il portale di ingresso in quella unica grande celebrazione distesa sui tre giorni. Allo stesso modo le parole e i gesti di Gesù nel Cenacolo si offrono a noi come chiave di lettura di tutto ciò che Gesù ha fatto nella sua vita e del mistero nascosto nella sua morte.

Leggi tutto →

Giovedì nella Cena del Signore

“capite quello che ho fatto per voi?”

Alcune indicazioni per vivere questo momento di preghiera: 

 

  • Come è stato messo in luce nella traccia di presentazione del Triduo che ti abbiamo offerto, la preghiera del Giovedì santo è il portale di ingresso in quella unica grande celebrazione distesa sui tre giorni. Allo stesso modo le parole e i gesti di Gesù nel Cenacolo si offrono a noi come chiave di lettura di tutto ciò che Gesù ha fatto nella sua vita e del mistero nascosto nella sua morte.

Leggi tutto →